aggrediamo-gli-sprechi-angelo-deiana

Angelo Deiana su MetroNewsItalia – Aggrediamo i veri sprechi

by • 18 aprile 2014 • In Evidenza, NewsComments (0)607

Da MetroNewsItalia di venerdì 18 aprile 2014 - Aste di auto blu, tagli alle retribuzioni dei top manager e riforme istituzionali, come quella del Senato, presentate come parte di un disegno contro gli sprechi. L’impegno del nuovo corso politico per razionalizzare la spesa è sicuramente positivo, come è comprensibile l’esigenza di partire da azioni ad alto contenuto simbolico, ma il rischio è che si finisca nuovamente ai tagli lineari.

Il pericolo è che non si aggrediscano i veri problemi, a partire da una necessaria innovazione della burocrazia, “mummificata” dall’italianissimo gioco dei veti incrociati. È sulla Pubblica Amministrazione che bisogna intervenire per rendere il sistema meno costoso. Per iniziare bisognerebbe rendere obbligatoria per tutta la PA l’adozione dei costi standard con appalti centralizzati Consip, ma la vera sfida dovrebbe riguardare una completa informatizzazione degli uffici. La fatturazione elettronica, ufficialmente obbligatoria dal 2008, garantirebbe risparmi per oltre 1,6 miliardi all’anno, con ulteriori economie fra i 4,4 e i 6,7 miliardi generate dal risparmio sugli interessi pagati per le inefficienze. La cancellazione della carta dai “labirinti della burocrazia” garantirebbe altri risparmi.

Nella gestione del personale, bisognerebbe agire in profondità sul management pubblico, attraverso chiamate esterne, contratti a tempo determinato, stop agli scatti di anzianità e una rigorosa valutazione degli obiettivi. Risulterebbe preziosa la creazione di una “Linkedin” nazionale dei dipendenti pubblici: per l’Università Bocconi un’adeguata formazione informatica dei dipendenti pubblici vale un miliardo di risparmi all’anno. Per fare tutto questo non bastano annunci e metafore ad effetto, ma servono investimenti anche morali.

Pin It

Related Posts

Comments are closed.