giù-le-mani-dal-mattone-angelo-deiana

Confassociazioni aderisce alla manifestazione nazionale FIAIP “Giù le mani dal mattone”

by • 24 febbraio 2015 • Confassociazioni, NewsComments (0)492

Da Confassociazioni – Roma, 24 febbraio 2015 – “Aderiamo compatti alla Manifestazione Nazionale FIAIP ‘Giù le mani dal mattone’ del 26 febbraio prossimo perchè è ora di dire basta all’inferno fiscale, passato, presente e futuro, sulla casa e sulle Partite IVA”. Lo ha dichiarato in una nota, Angelo Deiana, Presidente di CONFASSOCIAZIONI che, con i suoi 300mila iscritti, è la più importante Confederazione dei professionisti delle professioni innovative e dei servizi all’impresa.

“E’ ora di dire basta – ha continuato Deiana - agli attuali livelli di tassazione su casa e Partite IVA. Siamo profondamente preoccupati perché, a meno di un miracolo tipo ‘Ruota della Fortuna’ (calo del prezzo del petrolio, euro debole e QE della Bce), alla fine del 2015 il Governo dovrà aumentare l’IVA dell’1%, così come previsto dalla Legge di Stabilità. Per il nostro Paese, si prevede infatti (l’ultimo dato è quello dell’OCSE) una media crescita che fluttua tra lo 0,4% e lo 0,6% del PILl nel 2015, che già di per sè sarebbe al limite.

“Se pensiamo poi – ha aggiunto il Presidente di CONFASSOCIAZIONI – che la visione più pragmatica elaborata dal Centro Studi di Confassociazioni ci dice che, con il ritardo temporale del QE da parte della Bce e con il mancato impatto del calo del prezzo del petrolio sui consumatori (di cui bisognerebbe chiedere conto al Governo e alle imprese petrolifere), anche nel 2015 il nostro PIL faccia registrare un aumento di massimo lo 0,3%, non possiamo fare previsioni rosse”.

“Uno scenario che rischia di generare minori entrate fiscali fra i 2 e i 4 miliardi – ha aggiunto Angelo Deiana che è anche Presidente dell’ANPIB, associazione Nazionale Private & Investment Bankers – e che, al netto della spendig review di cui si è persa qualsiasi traccia, farebbe scattare in automatico la clausola di salvaguardia di aumento dell’IVA prevista per quest’anno (+1%). Un aumento che avrebbe conseguenze drammatiche sulla già piatta domanda interna. E allora già si vocifera di rimediare andando ad attingere, nella prossima Legge di Stabilità, ai consueti bancomat dello Stato: i proprietari di una casa e le partite IVA”.

“Sul tema del lavoro professionale, non c’è molto da dire: abbiamo ottenuto un’importante vittoria con il blocco dell’aliquota della Gestione Separata INPS al 27,72% e il ripristino del regime dei minimi. Ma non dobbiamo dormire sugli allori: si tratta solo di provvedimenti tampone: il Milleproroghe già prevede il prossimo aumento dell’aliquota previdenziale per i prossimi anni. E nulla sappiamo della convivenza dei regimi fiscali sui minimi alla fine del 2015. Vogliamo chiarezza e auspichiamo – ha continuato Deiana – una convocazione del Governo per discutere del futuro del lavoro professionale a partita IVA. E, semmai questo incontro ci fosse, non saremo teneri su altri temi: ad esempio, sul fatto che la PA ci mette mediamente 218 giorni a pagare un nostro professionista rispetto ai 90 giorni medi del singolo privato. Perché succede questo”.

“Ma altrettanto grave – ha fatto notare Deiana – sarebbe mettere le mani nelle tasche dei prroprietari di case. Delle tasse sulla casa sappiamo tutti: una vera e propria patrimoniale nascosta che ha aumentato il livello complessivo di tassazione sul sistema immobiliare fra i 40 ed i 43 miliardi di euro nel triennio 2012-2014 (elaborazione Centro Studi Confassociazioni su dati MEF e Confedelizia). Un inferno fiscale generato da Governi (Monti, Letta, Renzi) mai legittimati dal consenso popolare sul proprio programma e, proprio per questo, ancora più inaccettabile”.

“E’ per questo che è ora di dire basta alle promesse non mantenute ed è per questo che abbiamo aderito con convinzione alla Manifestazione dal titolo “Giù le mani dal mattone” indetta da una delle nostre più importanti associate, la FIAIP, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionisti, che avrà luogo a Roma (Auditorium Antonianum, Viale Manzoni 1, Roma con inizio dei lavori alle 14.30) il 26 febbraio prossimo.

Un momento di confronto a cui parteciperanno, insieme al Presidente della FIAIP, Paolo RIGHI ed al sottoscritto – ha concluso Angelo Deiana – moltissimi personaggi di grande rilievo come CORRADO SFORZA FOGLIANI, Presidente Confedilizia, PAOLO BUZZETTI Presidente Ance, LELLO DI GIOIA Presidente Commissione Parlamentare Di Controllo Sull’attività Degli Enti Gestori, LUCA GABURRO Segretario Generale Federagenti, i Parlamentari VINCENZO GIBIINO, ANDREA MANDELLI, OSVALDO NAPOLI, SERGIO PUGLIA, ERIKA STEFANI, il Presidente Consiglio Nazionale Geometri, MAURIZIO  SAVONCELLI, GINO SCACCIA Ordinario Di Diritto Pubblico, LUCA TALLURI Presidente Federcasa, ARMANDO ZAMBRANO Presidente Del Consiglio Nazionale Ingegneri”.

Scarica il programma della manifestazione FIAIP

Pin It

Related Posts

Comments are closed.