legge-di-stabilita

Legge di stabilità: Confassociazioni, dimenticati i professionisti

by • 17 dicembre 2013 • Confassociazioni, In Evidenza, NewsComments (0)1188

Dal Corriere Economia

Il fondo per la riduzione della pressione fiscale, istituito dall’emendamento alla legge di Stabilità, che permetterà la riduzione del cuneo fiscale destinerà risorse «in egual misura» da un lato a imprese, lavoratori autonomi e piccolissime imprese in contabilità semplificata, e dall’altro a lavoratori e pensionati. La platea dei destinatari viene così allargata anche a nuove categorie rispetto ai soli lavoratori e alle sole imprese.

I RISPARMI - Il fondo sarà alimentato dall’ammontare dei risparmi derivanti dalla spending review che non sono già stati impegnati nel conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica; dalle maggiori entrate derivanti dall’attività di contrasto all’evasione fiscale; dalle misure straordinarie di contrasto all’evasione e non computate nei saldi di finanza pubblica, come le imposte sui capitali esportati all’estero.

LE CARTELLE - Via libera anche alla sanatoria delle cartelle di Equitalia, che prevede il pagamento della sanzione senza interessi. Lo prevede un altro emendamento approvato dalla commissione Bilancio della Camera.

LE MODIFICHE - La proposta di modifica prevede quindi il pagamento dell’intero importo iscritto a ruolo e le sanzioni, ma senza gli interessi, da pagare in un’unica soluzione entro il 28 febbraio. Restano inoltre da pagare le remunerazioni dovute a Equitalia, a titolo di remunerazione. Rimangono escluse dalla sanatoria le somme da riscuotere per effetto di sentenze di condanna della Corte dei Conti.

GLI STADI - Approvato inoltre l’emendamento che consente la costruzione di nuovi stadi o l’ammodernamento di vecchi impianti sportivi senza però la possibilità di costruire anche nuovi complessi di edilizia residenziale. Integra l’apposito fondo e semplifica le procedure amministrative, prevedendo anche modalità innovative di finanziamento.

LE CRITICHE - E arrivano le prime lamentele sul progetto di legge di Stabilità: «Ha un’impostazione novecentesca, perché immagina ancora un mondo fatto di manifatture e lavoratori professionalmente deboli. Alte professionalità e lavoratori della conoscenza sono ancora una volta marginalizzati dalle scelte della politica economica governativa», attacca Angelo Deiana, presidente di Confassociazioni, la confederazione delle più importanti associazioni professionali dei servizi all’impresa e delle nuove professioni.

Le altre fonti

Milano Finanza

TGCom24

Pin It

Related Posts

Comments are closed.